Campagnano – Musignano
Leggende e tradizioni
Scheda itinerario
Campagnano – Musignano

a cura di alunni e insegnanti della scuola primaria di Maccagno


  • Difficoltà
  • Lunghezza
  • Durata
  • Tappe

  • facile
  • km 6,6
  • h. 2.30
  • n° 14
Si parte da Campagnano (frazione di Maccagno) e seguendo la strada si arriva alla chiesetta di San Rocco; da lì, sempre sulla carreggiata, si prosegue verso Musignano. Poco dopo, sulla destra c’è l’indicazione per una mulattiera verso la “Madonna di Cima”. La si imbocca e la si percorre tutta; circa a metà tragitto si incontra la cappella dedicata alla Madonna di Cima, affacciata sul lago. Si continua lungo il sentiero; oltrepassato il campetto di calcio (sulla destra) si prosegue in linea retta (si costeggia il fianco di un vecchio capannone in disuso) e dopo pochi minuti ci si trova nei pressi del cimitero e della chiesetta di San Bernardino a Musignano. A questo punto si può seguire la strada verso il lago Delio (in alternativa, dal fondo della piazzetta del paese si può percorrere un breve tratto della mulattiera per il lago Delio; occorre poi tornare sulla carreggiata e scendere verso destra fino a una sorta di ampio spiazzo sterrato). Raggiunto il bivio per la centrale di distribuzione dell’Enel, si imbocca (sulla destra, salendo; sulla sinistra scendendo) la strada sterrata delimitata da una sbarra (non il sentiero con l’indicazione ‘ponte romano’).
Inizia lì la seconda parte del percorso, verso Campagnano, che attraversa la località Montagnola (una breve deviazione a sinistra porta agli stagni di Montagnola), l’alpe e i prati di Chedro. Si ritorna infine a Campagnano, costeggiando la chiesa di San Martino e attraversando le vecchie vie del centro abitato.